Decreto Legislativo n. 231

Il Decreto Legislativo n. 231 dell’8 Giugno 2001 ha introdotto nell’ordinamento italiano un regime di responsabilità amministrativa (equiparabile sostanzialmente alla responsabilità penale) a carico delle persone giuridiche che va ad aggiungersi alla responsabilità della persona fisica che ha realizzato materialmente i reati e che mira a coinvolgere nelle sanzioni le persone giuridiche (Società ed enti).

La responsabilità amministrativa della persona giuridica per la commissione di uno dei Reati previsti dal Decreto si aggiunge, e non si sostituisce, a quella (penale o amministrativa) della persona fisica che è l’autore dell’illecito e sussiste anche se l’autore del reato non è stato identificato oppure il reato medesimo sia estinto nei confronti del reo per una causa diversa dall’amnistia.

La persona giuridica non può essere chiamata a rispondere della realizzazione di qualsiasi fatto costituente reato, ma solo della commissione di reati e di illeciti amministrativi tassativamente previsti dal decreto, nella formulazione risultante dal suo testo originario e dalle successive integrazioni, nonché dalle leggi che espressamente lo richiamano.

News e comunicazioni
  • IL COVID NON FERMA L’EXPORT DELLA MACCHI

    Sono in partenza dal porto di Marghera tre boiler industriali prodotti da Macchi, Divisione operativa di Sofinter S.p.A., dallo stabilimento […]

    Continua
  • Il CCA insieme al Politecnico di Bari per far fronte all’emergenza COVID-19

    Il Centro Combustione Ambiente SpA (CCA), è una eccellenza di ricerca internazionale nel campo della combustione industriale e collabora attivamente […]

    Continua
Tutte le news ed i comunicati